Il nuovo che arriva: percorso visivo prima della nascita

Un laboratorio specialissimo per donne in attesa, un percorso immaginario per sentire e visualizzare quello che sta accadendo al nostro corpo ed alla piccola vita che portiamo in grembo. Il momento della gravidanza per una donna è un periodo unico, nuovo, che porta a provare emozioni diverse e sconosciute. Provare insieme a viverlo intimamente cercando di tradurre le sensazioni fisiche in immagine e colore è un’esperienza che può aiutare e vivere la gravidanza in maniera spontanea, intima e non solo legata alla sua funzione istintiva.

Il Nuovo che arriva – La bambina o Il bambino Immaginati
(Laboratorio Esperienziale di Sabrina Casiroli)

Il laboratorio è pensato per offrire, alle donne in gravidanza, la possibilità di trascorrere qualche ora riscoprendo la bellezza dell’arte in relazione ad un magico cambiamento del corpo.

Nasce così l’idea di creare un percorso creativo ed esperienziale integrativo ai consueti corsi di accompagnamento alla nascita. Uno spazio dove poter far fluire liberamente le proprie emozioni, affrontando insieme argomenti quali: propri vissuti personali, aspettative genitoriali, sogni, fantasie e speranze legate al mondo della nascita. I laboratori avverranno in uno spazio protetto e in assenza di giudizio. Quello che è importante non è la competenza tecnica ma la spontaneità. Ci si deve lasciare guidare dal proprio “fanciullino interiore” e lasciar fluire la creatività. Nei laboratori esperienziali tutto quello che è creato è: “giusto” viene infatti incoraggiata la sperimentazione con i materiali, cercando la propria particolare dimensione espressiva.

4 INCONTRI che si svolgeranno a partire dall’ultima settimana di gennaio

– Primo Incontro con i materiali quali matite, fogli, carta, tempere, pennelli etc (bambina/o immaginati).

– Secondo Incontro collage con materiali e foto di famiglia… recuperare vecchie fotografie (radici) immagini disegni. Tutti fotocopiati e arricchirli con i materiali forniti.

– Terzo Incontro Foto professionale con una delle proprie opere a scelta o entrambe. Stesura di una poesia o piccolo testo riguardante le immagini prodotte durante il laboratorio.

– Quarto Incontro allestimento mostra e conclusione del progetto.

QUALI SONO I BENEFICI DEL LABORATORIO ESPERIENZIALE PER DONNE IN GRAVIDANZA

Mentre si disegna o si lavora con i materiali, la parte razionale ovvero quella collegata all’emisfero sinistro del cervello, tende a lasciare lo spazio alla spontaneità, alla creatività e alla sensibilità che sono attività che caratterizzano l’emisfero destro.
I benefici di questa attività si possono qui di seguito elencare:

1. Migliorare la conoscenza del proprio sè
2. Poter esprimere le proprie paure e preoccupazioni attraverso canali espressivi non verbali
3. Sensazione generale di rilassamento
4. benessere psico-fisico della mamma e del feto legati alla sensazione di piacere
5. comunicazione e co-relazione tra la mamma e il bambino: l’attività favorisce il meccanismo del bonding prenatale*, attraverso i meccanismi della visualizzazione e dell’immaginazione (creazione mentale del “bambino immaginario”)

* Bonding prenatale: un dialogo intimo
*Quella particolarissima forma di rapporto fisico e psichico possibile tra genitori e nascituro già durante i nove mesi di gravidanza ha oggi un nome preciso: “bonding prenatale”. Il termine “bonding”, inglese, significa “legame, attaccamento“ e definisce un processo, in parte cosciente, in parte inconscio, attraverso cui bambino e genitori si collegano in una relazione intima. È un vero e proprio dialogo, che costituisce di fatto il fondamento per tutti i successivi legami del bambino.

PER INFO E PRENOTAZIONI SCRIVETE A INFO@MAMUSCA.IT.

This entry was posted in appuntamento, attività, bambini, corso pre parto, dergano, eventi, libreria, Mamusca and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *