Come se tu non fossi femmina: Annalisa Monfreda a Mamusca

**Giovedì 21 marzo alle 19:00.

Presentazione conviviale del libro Come se tu non fossi femmina e dell’esperienza dell’autrice Annalisa Monfreda, direttrice di Donna Moderna.

“Lezione numero undici: riconoscete i vostri limiti, ma non fatevi determinare da essi. Sfidateli di continuo. Chiedete aiuto agli altri per riuscirci”

Una donna, lavoratrice, mamma di due figlie femmine. Questa immagine lascia spazio a mille pensieri.

Se hai una figlia femmina hai voglia, fin da quando la porti in grembo, di insegnarle la libertà, l’amore, la necessità (ancora complessa) di affermarsi, o quantomeno speri che sia felice nonostante le difficoltà che ancora le donne hanno in questa società. Se non hai figlie femmine, lo sei stata tu e saprai bene quale sarà stato il tuo ruolo e quello che avresti a tutti costi voluto cambiare, migliorare o valorizzare. Ancor di più se sei uomo, sei stato figlio di una donna che ad oggi ha un ruolo ancora pieno di discriminazioni e difficoltà da affrontare. Il ruolo della donna è ancora tutto da definire, proviamo insieme a capire come farlo nella vita di tutti i giorni 🙂

Annalisa Monfreda, in maniera molto semplice e familiare, come una mamma quando dialoga con le sue figlie, ci racconta una storia, un’avventura vissuta con le sue figlie e, tra le righe, ci svela piccoli spunti che possono servire per liberare delle future donne dagli stereotipi piccoli o grandi che ancora ne offuscano la figura.

Come sempre a Mamusca la serata sarà informale, avremo l’occasione di conoscere l’autrice di assaggiare le “lezioni” che ci propone nel suo avvincente libro.

Tra uno spritz e una risata magari ne usciremo con qualche idea in più!

Questa voce è stata pubblicata in aperitivo, appuntamento, bambini, dergano, libreria, Mamusca e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Come se tu non fossi femmina: Annalisa Monfreda a Mamusca

  1. Ilaria scrive:

    Ciao vorrei partecipare… Come si fa?

  2. Ilaria scrive:

    Non mancherò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *